Sogno un ballo speciale e nell'attesa vivo, cercando di meritarlo!

Archivi categoria: Sogno in musica

Ho sempre invidiato chi ha il dono della musica.
Chi ne comprende l’essenza, chi non è solo un bravo esecutore, ma chi riesce a far vivere uno strumento con la semplicità del respirare.

E ancor di più, chissà che mistero si cela nella mente di chi la musica la crea, chi trasforma sentimenti in note e riesce a farle arrivare dritte al cuore di chi ascolta.

Avere l’onore di ascoltare il maestro Morricone in Arena, è stata un’esperienza affascinante.
Lui, in gran forma, emozionato ed emozionante, illuminato da una quasi luna piena, ci ha completamente estasiato!

Il video che vi allego – un po’ tremolante – è stato registrato quella sera.
Lo dedico al mio amico Gabbianino, che so avrebbe apprezzato molto essere lì 🙂

Annunci

where you invest your love, you invest your life!

“Awake my soul” da Sigh no more (2009) –  Mumford & Sons

Grazie Cris 🙂

Princess_S


Ti bacio piano
piccola mia
bacio il respiro
che porta via
le paure che hai
i sogni incerti
non li scorderò mai
saran per sempre
se ti stringo un po’ di più
ballando al buio in silenzio
il tempo il tempo sorriderà
ballando al buio in silenzio
in silenzio…

Uno dei baci più belli del cinema "Pride and prejudice" 1940

Si struggeva dal desiderio di sapere cosa si agitasse in quel momento nell’animo di lui, in che modo egli pensasse a lei e se, ad onta di tutto, gli fosse ancora cara. Forse era stato gentile perché si sentiva a suo agio, eppure c’era stato quel non so che nella sua voce che non somigliava a un senso di agio. Non avrebbe saputo dire se, vedendola, egli avesse provato più gioia o più dolore, ma quel ch’era certo era che non l’aveva veduta con animo indifferente.

Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen

Leggi libri vecchi” mi è stato fatto notare… sarà anche vero, ma a me manca tanto il bello delle cose vissute piano piano.

Princess_S


Foto di proprietà di Crembosco (http://www.flickr.com/photos/cremonini)

Mi piacerebbe tanto che poteste vedere lo spettacolo della campagna in certe giornate d’estate.

Da casa mia, quando il cielo è così terso, si riescono persino a vedere le vette degli appennini all’orizzonte.

Ieri mi sono concessa un’ora solo per me.

Ho preso con me il lettore mp3 e mi sono distesa a terra, non volevo pensare a niente!

Sono riuscita nel mio intento? ovviamente no!

Ma va bene così, forse non lo dovevo neanche pretendere.

Ho cercato di guardare con distacco parole che mi sono state dette.

Un’amica mi dice spesso che io do troppa attenzione ai particolari.

Ma le parole hanno un significato, non andrebbero mai scelte a caso perché c’è il rischio che dall’altra parte ci sia qualcuno che ci ascolta.

Parole usate intenzionalmente per ferire, per colpire i miei punti deboli, per ottenere ciò che si vuole.

Parole dette da chi mi conosce.

Forse sono le parole che fanno più male.

Ne soffro.

Ma l’unica persona da biasimare sono io, sono io che mi lascio intaccare da esse.

Sono ingiuste, non le merito, mi dico… eppure rimugino, resto immobile, mi spengo.

Non ho più voglia di essere così!

e intanto
mi sorprendo
di questo cielo così azzurro
e intanto
mi sorprendo
di questo cielo così stellato
e intanto
mi sorprendo!

 


Attraversami il cuore
per uno che ci riesce,
mille ci provano all’infinito
e troppi sono bagnati di lacrime
tu attraversami il cuore di luce 
…di luce, di luce 
e d’allegria.
Non andare via
non andare via.

Io non so fino a dove 
ci porteranno i nostri sogni 
ma so che fino a quando 
ci parleranno d’amore 
continueranno a fiorire stagioni 
…stagioni, stagioni.

Paola Turci



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: