Sogno un ballo speciale e nell'attesa vivo, cercando di meritarlo!

Archivi categoria: Per ridere

Devono averlo pagato tanto, ma tanto tanto tanto… è l’unica spiegazione!

Rosita scappaaaaaaaaaaaaaa!

 

 

Annunci

Che tenerezza ripensare al periodo delle scuole medie.

Per chi, come me, è nato e cresciuto in un paesino di periferia, dove é già molto che sia presente un asilo ed una scuola elementare, il passaggio al “grado” superiore d’istruzione coincide anche con l’ingresso nel mondo dei grandi. Mi ricordo ancora l’euforia con cui mi accingevo a fare il mio primo viaggio in autobus. Finalmente avevo l’occasione di incontrare persone “diverse” da me, ragazzi e ragazze che provenivano dalla città, ragazzi e ragazze che non conoscevo fin dall’asilo, persone nuove da conoscere e scoprire. EVVAI!

Il tempo delle medie é anche il periodo delle prime consapevoli prove di socialità.

E’ il periodo delle prime “cotte”, è il periodo dei “morosini di una settimana”, è il periodo delle milioni di confidenze con le amiche durante la ricreazione, di solito rifugiate dentro ai bagni (chissà poi perché).

Quando alle scuole medie ti piaceva “uno” lui era sempre l’ultimo a saperlo.

Non appena qualche ormone guizzava dentro di te, la prima cosa da fare era “il consulto con l’amica/amiche del cuore” per capire cosa fare e come farlo. In pochissimi secondi si creava una tavola rotonda – che neanche fossimo al Pentagono – di “espertissime di problemi di cuore” e si discuteva il caso.

Ma gli piacerò? ma come faccio a farmi notare? ma qualcuna di voi lo conosce? sapete se sta già con una? Ecco alcune delle vitali domande che imploravano risposta.

Dopo giorni di analisi, ricerche meticolosissime, appostamenti, raccolte di indizi, finti interessamenti verso gli amici di “lui” e interrogatori, si arrivava al verdetto congiunto: “Ok, Principessa, puoi salutarlo!”.

Ah che dolcezza il tempo delle medie!

Ma gli anni inesorabilmente passano, si cresce, alcune di queste amiche restano e insieme si tenta di diventare adulti.

A distanza di 10 anni (sì, dai facciamo 10 anni :P) non si sa come/quando/perchè, certe dinamiche amicali variano completamente. Ma queste variazioni sono tanto subdole quanto lente e un bel giorno, ti alzi la mattina, alla velocità di un triplo salto mortale ne prendi coscienza ed a quel punto, non puoi far altro che esclamare :”Ehy, ma… FERMI TUTTI! Cos’è successo?”.

A distanza di 10 anni, a volte accade che, dal giorno alla notte, certi amici SCOMPAIANO NEL NULLA.

In realtà, guardando a ritroso, il processo è più graduale: indizi come, sms che non ricevono più risposta, estrema difficoltà nel riuscire a trovare tempo per parlarsi o vedersi, il “come va?” che diventa domanda retorica, dovrebbero essere un campanellino d’allarme.

In preda ad una crisi Marzulliana, in un susseguirsi di domande e risposte che creano altre domande, prima di compilare l’identikit dell’amico e inviarlo alla Sciarelli, decidi che forse, razionalmente, è meglio calmarti e provare a capirci qualcosa.

Hai dei problemi con lo studio? Stai vivendo un periodo impegnativo al lavoro? Hai qualche problema familiare di cui non mi vuoi parlare?

“No no no!!! Niente di tutto questo… mi sono solo fidanzata!”

Dopo alcuni minuti in cui il tuo volto cerca di assumere uno sguardo misto tra il felice, lo schockato e il dubbioso, riesci solo a dire “EMBEH! non ci sentiamo da 3 mesi per questo?” e non appena pronunciata la domanda, in risposta scattano frasi che neanche Dawson nei tempi migliori ed in cuor tuo, fino all’ultimo, speri lei possa non proferirle.

Eh va beh ma le cose cambiano!

Ora ci sono altre priorità!

Ma ti prometto che ci vediamo, devo solo vedere se Moroso è d’accordo“.

Ed in chiusura, “Ci sentiamo presto ehperiodo ipotetico dell’impossibile.

Perdita d’identità personale, DawsonCreekite acuta, parole distaccate dai fatti… ma da quando il fidanzarsi è diventata una malattia? Amicizia e amore sono mutuamente esclusivi? E’ un fenomeno generalizzato o succede solo tra donzelle? Mah!

Princess_S


Notizie schockanti o scioccanti, di oggi, dalla rete!

1) Ossimoro?

Twitter trending topic

2) La coppia scoppia: contenti tutti insomma? mah!

fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-06-22/ufficiale-george-clooney-elisabetta-142744.shtml?uuid=Aam9M9hD

3) Mai farsi trovare impreparati 😀

che amici previdenti!


Umanoide#1 : ma tu Stefy quanti amici hai?

Princess_S: beh se parliamo di migliori amici, si contano sulle dita di una mano, gli altri invece, beh, non…

Umanoide#1: ma no Stefy, machemmifrega di quelli reali, intendevo su Facebook!

Princess_S:

***

Umanoide#2 : Ah ma Stefy, io questa non gliela perdono mica eh, mi ha fatto un torto troppo grande, ma cavolo ma che le costava rispondermi! A ma io non mi faccio mica fregare macchetticredi, adesso glielo faccio vedere io, guarda…

*click*

*click*

*click*

toh! le ho tolto l’amicizia su Facebook! se lo meritava proprio!

Princess_S :

***

Umanoide#3 (scrive sulla mia bacheca di FB) : Ohhhhhhhhhhh ma Stefyyyyyyyy ma che fine haiiiiiiiiiiii fattoooooooooooo (l’allungo delle vocali presumo significhi effetto echo) non riesco mai a beccarti!!!

Princess_S : Ciao Umanoide#3, mah, da quello che mi risulta, il mio numero di cell è sempre lo stesso, la mail è sempre quella e non ho ancora cambiato casa.

Umanoide#3 : ahhhhhhh ma che sceminaaaaaaaaa Stefy!!!! ma mica intendevo beccarti dal vivo, intendevo in chat su Facebook, non ti trovo mai!

Princess_S :

Aveva ragione il grande Guzzanti, c’è GROSSA CRISI!!!!


Una delle attività che ha contraddistinto questi giorni di malattia è stata la pulizia del mio hard disk.

L’aspetto positivo dell’essere disordinati è il piacere della riscoperta 😀 emozione che ho provato ritrovando questa immagine 😀 creata forse il primo anno di università [amarcord=on] ok, una lacrimuccia c’è scappata! 😉 [amarcord=off]

Ad un primo sguardo queste sembrano due misere tartarughe senza senso, in realtà se ci cliccate sopra partirà un’animazione, dietro la quale si nasconde il nome di un oggetto.

Non so esattamente se si possa definire un rebus, mancando le lettere di aiuto, ma chiamiamolo più in generale indovinello 🙂

Cos’è? 🙂

Primo aiutino: le parole che compongono il nome dell’oggetto sono 5-1-8 caratteri.

Princess_S


Tutti i rapporti nella vita evolvono

e senza eccezione anche il nostro, negli anni, è cambiato.

Quando ci siamo conosciute però, mai avrei immaginato che saremmo arrivate a questo punto!

Mi telefonasti un giorno di 5 anni fa… così, in modo del tutto inaspettato, iniziasti a parlarmi di te.

La tua gentilezza e disponibilità mi colpirono!

Mi dissi che mi saresti stata vicina, 24 ore su 24 ore, e che non mi avresti mai abbandonato!

Il nostro legame cresceva, di mese in mese.

In questi giorni però mi chiedo, cos’è cambiato?

Ho provato a chiamarti a casa, ma non ti fai mai trovare!

Chiamo e mi risponde sempre una voce differente, che mi ripete sempre le stesse cose!

E poi oggi, che la febbre e la tonsillite mi costringono rinchiusa in casa

avrei tanto bisogno di te e del tuo sostegno

e invece tu che fai? Scompari così, senza preavviso!

Qualche giorno fa, ne avevamo già discusso

e mi avevi promesso addirittura

che ti saresti impegnata nel migliorarti!

E invece? niente di niente!

Me lo dici come posso ancora fidarmi di te?

Dimmelo tu, Alice, dimmelo tu!

Princess_S

(per il componimento si ringraziano:

– Alice (di Telecom Italia)

– la febbre e la tonsillite

– l’antibiotico)


Amica – Ma Stefy, oggi mi domandavo… ma tu lo capivi da piccola cosa blaterava Pingu?

Stefy – Bè no, ma penso che nessuno lo capisse scusa!

Amica – Bè hai ragione! D’altronde chi è che da bambino sa parlare lo svedese?

Stefy – Eh?



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: